Trikonasana (Triangolo)

posizione-del-triangolo-mini

Il nome deriva dal sanscrito trikona che vuol dire triangolo, di cui richiama la forma. Ne esistono numerose varianti che l’insegnante saprà mostrarvi. Si descrive successivamente la posizione base in cui si esegue un movimento di flessione laterale della colonna

Poiché in molte varianti si accompagna un movimento di torsione, è di solito conosciuta come un asana di torsione vertebrale

  1. partendo dalla posizione Tadasana divaricare le gambe, la distanza giusta fra le gambe è quella pari alla lunghezza di una gamba
  2. ruotare il piede destro verso destra, e ruotare leggermente il piede sinistro per proteggere il ginocchio fino a portarlo in corrispondenza dell’arco plantare destro
  3. alzare il braccio sinistro verso l’alto lasciandolo adiacente all’orecchio destro
  4. ri-allineare il bacino in maniera frontale
  5. inspirare e stendere il braccio ed il fianco verso l’alto
  6. scendere lateralmente, senza inclinare il torace in avanti, nè ruotare il bacino, portare il braccio parallelo al pavimento (senza perdere il contatto con l’orecchio), con lo sguardo rivolto verso l’alto.
  7. La mano destra sfiora la gamba o la caviglia destra, senza sorreggersi
  8. Espirando sciogliere ed eseguire dall’altro lato

Benefici: Il principale Beneficio di Trikonasana è di restituire la giusta mobilità al torace. Quest’asana ha un ottimo effetto sulla mobilità di tutta la colonna vertebrale, sia a livello osseo e posturale che muscolare. In questa posizione si stimolano i muscoli laterali del tronco. Viene esercitata una azione sulla zona addominale e genitale con i relativi benefici sul processo digestivo (soprattutto intestinale) e sul sistema riproduttivo (testicoli e ovaie)

Lasciaci un commento

comments


Categorie: Yoga Hatha