Trataka

Trataka

Si tratta di una pratica che equilibra il sistema nervoso e pertanto allevia l’ansia, la tensione nervosa, la depressione, l’insonnia. Aiuta la concentrazione e la forza di volontà. Agevola il praticante spirituale ad entrare nella meditazione. Deriva dal sanscrito tratakache significa osservare. Non è consigliata a chi soffre di epilessia.

La pratica consiste nel sedere in una posizione meditativa comoda e fissare un punto fisso: un Om o un mandala

Una pratica di Trataka molto utilizzata consiste nel concentrarsi sulla parte dello stoppino della fiamma della candela (che rimane solitamente immobile anche quando la fiamma oscilla) per il periodo di tempo più lungo possibile, senza chiudere le palpebre

Quando non è più possibile tenere gli occhi immobili senza movimento delle palpebre, chiudere gli occhi, visualizzare l’immagine ed aprirli successivamente quando l’immagine tende a scomparire. Concentrarsi sull’immagine e non lasciare la mente vagare. Se la quiete mentale è turbata dai pensieri, riportarla dolcemente all’immagine

 

Praticare 4 o 5 volte di seguito mantenendo alto il livello di concentrazione
Al termine della pratica rilassare gli occhi apportandovi calore con le mani appena sfregate.

Lasciaci un commento

comments


Categorie: Yoga Hatha