Svadhyaya

Svadhyaya-Patanjali-Studia-Te-stesso-800x675

Svadhyaya deriva dal sanscrito sva (se stesso) e adhyaya (studio o educazione).

È quindi il lavoro di osservazione e miglioramento di se stessi, soprattutto tramite la lettura e lo studio dei grandi saggi e maestri di tutte le religioni.É conoscere e studiare la natura dentro e fuori di noi attraverso lo studio di testi sacri o che trattano di spiritualità.È importante lo studio di tutti i grandi testi spirituali, non soltanto quelli di una particolare fede, perchè la natura del divino è unica, soltanto i nomi cambiano a senda delle epoche storiche e culture.Come insegna il grande maestro B.K.S. Iyengar “come le api assaporano il nettare di fiori diversi, così il sadhaka coglie in altre fedi insegnamenti che gli permettono di apprezzare la propria”.
Svadhyaya non è puro studio ed intellettualità, è osservare quotidianamente il funzionamento della propria mente: i meccanismi e copioni mentali che si ripetono, le difficoltà a cambiare atteggiamento, le sofferenze che ci tiriamo addosso, i pensieri e le emozioni in cui tendiamo ad identificarci.

Lasciaci un commento

comments


Categorie: Yoga Hatha