Ramana Maharishi

L’uomo ha spesso l’ignorante convinzione che il corpo sia il Sé.”
Ramana-Maharishi

Per progredire sul cammino della conoscenza, e sperimentale la felicità è la causa dell’amore, quella felicità che è la nostra natura, e che si sperimenta nello stato dove non c’è la mente,  il mezzo principale è il chiedersi “Chi sono io?”.
Ramana-Maharishi

Se osservi unicamente il respiro, una tale attenzione ti condurrà spontaneamente alla ritenzione dello stesso (kumbhaka). Questo è jnana pranayama.
Ramana-Maharishi

Più umile ti fai, meglio è per te, in tutti i modi.
Ramana-Maharishi

Ritirando la mente all’interno, puoi vivere dappertutto e sotto qualsiasi circostanza.
Ramana-Maharishi

Perché sprecare tempo su altre strade? Meglio essere sul sentiero finale per tutto il tempo, e non perdere momenti preziosi. Medita sul Sé, solo su Quello. Non c’è altra meta. La perseveranza in un’unica direzione è essenziale nella ricerca del Sé.
Ramana Maharishi

Se tu dimori nel Sé, non ci sono altre persone. Tu e io siamo lo stesso. Quando tu conosci il Sé, ‘Io’, ‘Tu’, ‘Lui’ e ‘Lei’ scompaiono. Essi si fondono insieme nella Coscienza Pura. Questo è il significato di ‘Tu Sei Quello’, Tat Twam Asi.
Ramana-Maharishi

Tutte le altre pratiche spirituali richiedono oggetti esterni e un ambiente adatto, ma per l’investigazione (del Sé) non è richiesto niente di esterno a se stessi.Volgere la mente all’interno è tutto ciò che è necessario.
Ramana-Maharishi

Dovresti considerare il mondo solo come un sogno.
Ramana-Maharishi

Con l’attenzione focalizzata sulla prima persona e sul Cuore all’interno, si dovrebbe incessantemente praticare ‘Chi sono io’. Quando questo viene fatto con assoluta concentrazione, il respiro si calmerà da solo. Durante tale pratica controllata, la mente potrebbe improvvisamente balzar fuori, ma bisogna sempre continuare incessantemente a praticare.
Ramana-Maharishi

Per conoscere il tuo aspetto devi guardare in uno specchio, ma non scambiare quel riflesso con te stesso. Quello che è percepito dai nostri sensi e dalla nostra mente non è mai la verità. Tutte le visioni sono solo creazioni mentali; se credi ad esse, il tuo progresso si ferma. Chiedi per chi avvengono le visioni, chi è il loro testimone. Liberati da tutti i pensieri, rimani nella pura consapevolezza. Da quella non muoverti.
Ramana-Maharishi

Un discepolo chiese, “Cosa riguardo a religioni, insegnanti, guru?”
Ramana-Maharshi rispose: “ Può una religione aiutarti se ti insegna a guardare fuori di te e promette un paradiso e una ricompensa fuori di te? È solo immergendosi profondamente nel Cuore spirituale che uno può trovare il Sé.” Pose la sua mano destra sul lato destro del petto e continuò: “Qui sta il Cuore, il dinamico cuore spirituale. È chiamato Hridaya ed è collocato sul lato destro del petto ed è chiaramente visibile all’occhio interiore di un esperto del sentiero spirituale. Attraverso la meditazione puoi imparare a trovare il Sé all’interno di questo Cuore.”
Ramana-Maharshi
Non permettere alla tua mente di essere distratta dalle cose oggettive e dai pensieri. Ad eccezione del badare al tuo dovere quotidiano nella vita, il resto del tempo dovrebbe essere dedicato nell’Atma-nishta (dimora nel Sé); non sprecare nemmeno un secondo nella disattenzione, nel torpore.
Ramana-Maharishi


Categorie: Yoga Hatha

Condividi il tuo pensiero