Saucha

yama_nyama

Saucha è la purezza del corpo

Purificazione esteriore con lavaggi quotidiani e interiore con asana, pranayama e corretta alimentazione.

Saucha è anzitutto azione severa per il mantenimento del corpo sano e forte (segue poi un livello più approfondito di pulizia corporea mediante gli shatkarma o kriya). Lo yogi aspira alla purificazione del corpo anche dal punta di vista materiale, adottando un atteggiamento consapevole che non lascia spazio alle abitudini dannose  e nocive che fanno male all’organismo, introducendo impurità e tossine.

Nello Hatha yoga Pratipika (Luce sullo yoga) del maestro Svatmarama vine attribuita grande importanza alla purificazione del corpo che deve precedere tutte le altre pratiche.

Anzitutto Saucha è la consapevolezza di perseverare in vizi e abitudini dannose come l’utilizzo dinicotina, sostanze stupefacenti, psicofarmaci, alcolici, cercando di eliminare tali dipendenze e coltivare la tendenza verso azioni sane e benefiche verso se stessi ed il proprio corpo.

Ogni forma di impurità fisica immessa nell’organismo per le vie aree (fumo, droghe) o orale (cibo, droghe) o cutanee (medicinali, coloranti ) è dispersione di energia vitale.

La scelta di abitudini di vita diverse non devono mai derivare da puro atto di volontà o costrizione, ma scaturire da scelte interiori e da un maturamento spirituale spontaneo acquisito con un atteggiamento consapevole e una pratica quotidiana.

Il corpo andrebbe purificato anche di sostanze eccitanti come tè e caffè.

La corretta alimentazione è un altro dei pilastri che governano un corpo sano ed in perfetta forma. Occorre evitare un’alimentazione veloce e frettolosa, carente delle sostanze nutritive, vitamine, sali minerali, liquidi, proteine, necessarie al buon funzionamento dell’organismo.

Il cibo consumato al bar o in fast food o in ristoranti, non permette il controllo sull’approvvigionamento dei beni consumati, il filtro sulla loro freschezza, sulla zona di provenienza nonché sulle corrette procedure di lavaggio – essenziali per rimuovere le impurità: i diserbanti e anticrittogamici – e, da ultimo, sulle operazioni di accurata cottura del pasto, fondamentali per preservare le sostanze nutritive e tutti i principi alimentari.

Gli alimenti comprati in grandi supermercati sono spesso prodotti di serra o che  hanno viaggiato a lungo in celle frigorifere, e pertanto sprovvisti dei principi nutritivi termolabili presenti nella frutta e nella verdura. I prodotti surgelati e lo scatolame sono ancora meno indicati in quanto più poveri di principi nutritivi.

Ai praticanti avanzati si consiglia di passare ad una alimentazione vegetariana e biologica e diconsumare prodotti freschi, provenienti da zone limitrofe e possibilmente acquistati, cucinati consumati nell’arco della stessa giornata.

Proliferano studi sui benefici di una dieta vegetariana, che prevede un maggior apporto di fibre e vitamine che aiutano il ricambio cellulare, che apportano energia senza appesantire l’organismo, che favoriscono la longevità.

Un sempre maggior numero di ricerche scientifiche mostrano, d’altro canto, gli svantaggi fisiologici per il corpo dovuti ad una alimentazione a base di sostanze animali, allevati sempre più in cattività, alimentati da mangimi chimici ed industriali e macellati in maniera inidonea.

Tali studi mostrano come la dieta degli animali ingeriti dall’uomo così come le tossine da essi liberati nel momento della morte violenta costituiscano dei “veleni” che appesantiscono il nostro sistema digerente, e che, tramite la sintesi digestiva ed il sangue, entrano in circolo nell’intero nostro organismo.

Saucha, come purezza del corpo, implica anche corretti e quotidiani lavaggi sia del corpo, sia degli indumenti (per le medesime ragioni su indicate sono preferibili fibre naturali e non sintetiche, semplici, che permettono la traspirazione) sia dei luoghi in cui soggiorniamo a lavoro ed in casa.

Ad un livello di pratica più avanzata, Saucha è anche purezza di pensiero e di intelletto. Consapevolezza delle emozioni con cui spesso ci identifichiamo: l’odio, la rabbia, la gelosia, l’ira, la bramosia, la cupidigia, l’orgoglio. Ancor più rilevante è purificare la ragione o intelletto (buddhi).

Lasciaci un commento

comments