Dhanurasana (L’arco)

Il nome della posizione deriva dal fatto che il corpo assume un aspetto molto simile a quella di un arco. E’ una posizione molto intensa, per cui è consigliabile eseguirla molto gradualmente. Le prime volte l’arco può essere minimo in modo da non creare rischi di stiramento muscolare, ma anche in queste fasi iniziali l’asana produce benefici

  1. la posizione iniziale è distesi a terra, pancia in giù, piedi uniti o leggermente divaricati, braccia lungo il corpo, capo a terra
  2. si solleva il mento e simultaneamente le mani afferrano le caviglie (i principianti possono afferrare prima una e poi l’altra caviglia per facilitare il movimento)
  3. con una potente spinta si inarca il corpo assumendo una posizione simile ad un arco. Il motore muscolare della posizione sono i muscoli delle gambe, tutti gli altri muscoli dovrebbero essere il più rilassati possibile, in particolare quelli della schiena. Una tensione eccessiva dei muscoli della schiena renderebbe infatti impossibile l’esecuzione della posizione
  4. la fase statica, vista l’intensità della posizione, non va mantenuta a lungo, soprattutto se si esegue per le prime volte

Per i principianti, si suggerisce di eseguire con ginocchia e gambe più divaricate (viceversa per gli avanzati)

Benefici: Previene la calcificazione delle articolazioni vertebrali. La pressione addominale decongestiona buona parte degli organi interni permettendo un rinnovato afflusso sanguigno, favorisce la secrezione di adrenalina rendendo più vivaci le persone spente, decongestiona il plesso solare e può curare alcuni tipi di ansia


Categorie: Yoga Hatha

Condividi il tuo pensiero